Quinto Municipio, emergenza parcheggi

0

A  Palese e Santo Spirito mancano posti ed aree per auto, moto e bici

La politica del Comune di Bari riguardo le aree di parcheggio negli ultimi tempi ha prodotto lusinghieri risultati, gli automobilisti hanno a disposizione ampie zone del centro e fuori città per lasciare la propria auto, i vari Park & Ride  sono uno degli esempi lampanti. Poi, sempre il comune ha realizzato il bike-sharing, uso delle biciclette a pagamento in alcuni punti chiave della città  inoltre ultimamente car sharing con auto elettriche.Altre iniziative per una mobilità sostenibile sono allo studio dell’amministrazione comunale sponsorizzate e sostenute da sempre dal delegato alla viabilità e traffico Antonio De Caro oggi anche Sindaco di Bari. Ed è proprio al delegato De Caro che una grossa parte di cittadini di Palese e Santo Spirito si rivolge perché dal suo cilindro magico tiri fuori progetti per la realizzazione di parcheggi  classici e di scambio a Palese e Santo Spirito. E’ ormai noto a tutti che anche le periferie, oggi più che mai, necessitano di interventi mirati a risolvere i problemi di parcheggio in tutto il territorio ed in particolare a Palese e Santo Spirito prima che si arrivi ad una paralisi della circolazione automobilistica, ipotesi da non sottovalutare. La realtà quotidiana di questi 2 quartieri del Comune di Bari si presenta molto male in qualsiasi punto ed in qualsiasi zona ,centrale o periferica.Si parcheggia in qualsiasi punto, agli angoli delle strade, vicino agli ingressi delle abitazioni anche dove ci sono cartelli di passo carrabile, sui marciapiedi e sulle piazze, ogni buco libero viene subito occupato dalle auto che in molti casi sono SUV che per la loro stazza sottraggono più superficie  ai pochi  spazi di suolo pubblico dove si potrebbe parcheggiare. In questo scenario da girone infernale dantesco, i mezzi pubblici  dell’AMTAB hanno grossi problemi a circolare ed in molte occasioni a causa dei soliti automobilisti indisciplinati rimangono bloccati con conseguente  paralisi del traffico. I cittadini suggeriscono a De Caro alcune soluzioni per attenuare il problema dei parcheggi. Per Santo Spirito, secondo loro,  bisognerebbe accelerare l’iter della realizzazione dell’area mercatale da adibire anche a parcheggio di via Udine; la realizzazione di quest’opera sarebbe apprezzata anche dai commercianti che si affacciano sul lungomare che da tempo protestano  in estate per la chiusura al traffico a causa dell’area pedonale .Un altro luogo suggerito per Santo Spirito è il suolo dell’ ex-distributore di benzina Esso che si trova al centro del quartiere. Per Palese suggeriscono le aree private e pubbliche adiacenti  il lascito Garofalo dove attualmente il Comune ha  realizzato alcune opere come una ludoteca e biblioteca ed un campo di pallavolo. A proposito di quest’ultimo già a suo tempo all’Ex-assessore Simonetta Lorusso, i consiglieri circoscrizionali la invitarono a realizzare i parcheggi nella zona compresa tra il parco della rimembranza (monumento ai caduti)  parte dell’area lascito Garofalo e la parte esterna, che si affaccia su quest’ultima,  dell’Edificio scolastico Duca D’Aosta ma  il prezioso suggerimento rimase inascoltato. Il campo di pallavolo poteva essere realizzato sul campo sportivo ed oggi avremmo una zona che con l’integrazione di un altro pezzo di terreno adiacente avrebbe consentito la realizzazione di un parcheggio di scambio per chi si serve dei treni delle FF.SS. Progetto Parcheggio BavaroIn più quel parcheggio avrebbe prodotto un altro vantaggio, i posti auto in quella zona avrebbe consentito  di liberare Corso vittorio Emanuele dall’ingombrante presenza di centinaia di automobili. Anche per via Tenente Ranieri e via Capitaneo i cittadini hanno da dare suggerimenti al delegato al traffico. Nonché Sindaco De Caro, per queste due strade, ricordano, già a suo tempo a Marzo 2007 da parte del presidente della Circoscrizione Fernando Rodio fu trasmessa una specifica richiesta proprio a De Caro.Nella missiva Rodio comunicava che il Sig.Toscano Giovanni di Bitonto, proprietario di un suolo in contrada Giannone,  prolungamento di Via Ten Ranieri, offriva in locazione un suolo di 3500 Mq non edificabile e che l’apposita commissione circoscrizionale aveva individuato per risolvere il problema dei parcheggi nella zona. A queste ultime proposte il Comune non ha mai dato seguito adducendo i soliti motivi di mancanza di risorse finanziarie.Ma, si lamentano i cittadini, come è possibile che nelle zone centrali di Bari le risorse escono d’incanto e dalle nostre parti no? Anche noi paghiamo le tasse, dichiarano, ed abbiamo diritto a avere i servizi e per questo  confidano nella buona volontà  tecnica e politica del Sindaco De Caro per disporre le azioni di competenza per risolvere il problema, Palese e Santo Spirito d’altronde sono ancora  quartieri di Bari e meritano l’attenzione dovuta.

Gaetano Macina

Share.

Autore

Leave A Reply